Poggio Bustone


  • Noto soprattutto per ospitare un santuario fondato da San Francesco, per essere il paese natale di Lucio Battisti, di Attilio Piccioni e per la produzione della porchetta


  • Altezza:


    756m s.l.m.

  • Superficie:


    22,38km²

  • Popolazione:


    ~1.973

La nostra storia


l primi documenti che attestano la sua esistenza risalgono al XII sec.
Intorno al 1117 è nominato il castrum ed il podium di Poggio Bustone quando Berardo Berardi, signore del feudo, donò il territorio
all'Abbazia di Farfa, ma dopo pochi anni divenne parte del regno normanno.
Alla fine del XII sec. il paese fu incluso nel territorio reatino.
Nel 1208 San Francesco giunse nella Valle Reatina, prendendo dimora a Poggio Bustone.
Con il terremoto del 1298 il paese andò completamente distrutto.
Dal 1817 Poggio Bustone divenne sede di un governatorato che aveva alle sue dipendenze i comuni di Labro, Morro e Rivodutri.
Poggio Bustone nella storia recente fu protagonista della lotta partigiana, nel mese di aprile del 1944 fu invaso dalle truppe nazi-fasciste che portarono morte e distruzione, in seguito per il coraggio dimostrato dalla popolazione il Comune fu insignito al valor militare.

Poggio Bustone


Comune della provincia di Rieti nel Lazio. È noto soprattutto per ospitare un santuario fondato da San Francesco, per essere il paese natale di Lucio Battisti, di Attilio Piccioni e per la produzione della porchetta.
Sorge sul fianco del Monte Rosato, un colle che si erge sul bordo nord-orientale della Piana Reatina (detta anche Valle Santa per via della presenza di quattro santuari francescani, uno dei quali situato proprio a Poggio Bustone), e alle falde occidentali del massiccio del Monte Terminillo, a circa 350 metri di altezza rispetto al fondo valle.
La struttura della parte vecchia del paese ricorda quella dei classici paesi medievali.
Parte del territorio comunale fa parte della riserva parziale naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile, un'area umida che comprende i due omonimi laghi e ospita numerose specie di uccelli migratori.

Cosa vedere

Chiesa di San Giovanni Battista

Nel centro storico del paese, al suo interno sono presenti affreschi del quattrocento che rappresentano San Francesco che riceve le stimmate.


Scopri

Chiesa di San Pietro Apostolo

Situata nella parte più bassa del paese, l'edificio è risalente alla fine del XVIII sec.


Scopri

Santuario di Poggio Bustone e Convento di San Giacomo

Sul lato della montagna, fuori dall'abitato, sorge il santuario francescano di Poggio Bustone, inserito nei luoghi del Cammino di Francesco.
Il santuario sorge nei pressi del romitorio dove, nel 1208, si fermò il Santo di Assisi, che qui ebbe l'apparizione dell'angelo che gli annunciava la remissione dei peccati. La costruzione del santuario iniziò nel '200 e continuò nei secoli successivi. Il complesso comprende una chiesa, il convento di San Giacomo (ove risiedono i frati Franscescani) e il tempietto della Pace.
La chiesa (che risale alla fine del '300) ospita degli affreschi che ritraggono la Madonna delle Grazie con il bambino e due angeli ai lati in adorazione, il castello di Poggio Bustone su cui vigilano San Francesco e Sant'Antonio oltre alle artistiche vetrate ed al tradizionale crocefisso in legno.
Il convento di San Giacomo (risalente al XV secolo) si sviluppa intorno a un chiostro dove si possono trovare un quadro con le parole del "Cantico delle Creature", mentre nelle lunette sono raffigurati episodi della vita di San Francesco.
Aperto al pubblico è il refettorio in cui si può trovare l'altare in legno con l'edicola dedicata a San Giacomo utilizzate dal "poverello di Assisi" e dai suoi primi seguaci. Il santuario è collegato al Tempietto della Pace (XX secolo) per mezzo di un sentiero in cui sono poste le edicole della via crucis, ognuna composta da un diverso materiale (legno, marrno, bronzo, ceramica, ecc). Terminato il sentiero si può trova una statua in bronzo del Santo.


Scopri

Porta del Buongiorno

Detta del "Buon Giorno" è l'antico ingresso al paese e presenta un bell'arco gotico a sesto acuto. Il suo nome deriva dal saluto che San Francesco era solito rivolgere agli abitanti di Poggio Bustone: "Buongiorno, buona gente!".


Scopri

Torre del Cassero

La Torre del Cassero, di cui rimangono resti della parte inferiore, è una torre a pianta pentagonale che faceva parte di un castello, del quale restano oggi poche vestigia. Nel 1388, nella torre, avvenne l'incontro tra i priori di Rieti e i rappresentanti di Cittaducale per stipulare la pace, poiché numerosi erano gli scontri tra Rieti e Cittaducale per il predominio su Poggio Bustone.


Scopri

Statua di Lucio Battisti

Nel parco, intitolato "Giardini di marzo", è stata posta la statua in bronzo del cantante. La statua, inaugurata il 9 settembre 1999, è stata scolpita dal maestro Manuel Campus.


Scopri

Eventi

Sagra della Porchetta


Prima domenica di ottobre


La prima domenica di ottobre nel paese si tiene la Sagra della Porchetta, nata nel 1950, è sicuramente da annoverare tra le più longeve e antiche del panorama italiano; un importante documento che possiamo citare, oltre alle testimonianze orali degli abitanti del paese, ai tanti documenti conservati
presso gli archivi comunali, è la Gazzetta Ufficiale del 1900, in cui viene fatto un esplicito riferimento alla porchetta di Poggio Bustone esposta all'Expo di Parigi del 1900.


Scopri

Da Gustare

Porchetta

Poggio Bustone è uno dei principali luoghi di produzione della porchetta, che costituisce la più importante specialità gastronomica locale ed è tutelata come prodotto agroalimentare tradizionale.

Mappa & Contatti

Sito Web Comune