Colle di Tora


  • Il comune di Colle di Tora è un piccolo centro arroccato su una penisola che si protende nelle acque del lago Turano


  • Altezza:


    542m s.l.m.

  • Superficie:


    14,37km²

  • Popolazione:


    ~358

La nostra storia


Sulla Valle del Turano le notizie storiche non sono molte e frammentarie ma sappiamo con certezza che, in epoca preromana sorse qui una città Sabina denominata Tora o Tiora, l’esatta ubicazione di questo antico centro è ancora controversa, numerosi resti però sono ancora visibili nei monti circostanti il lago e, in prossimità di Colle di Tora (Mura au Pizzu, Mura a’ Rocca, Mura dei Frainili e Rocca del Castellano). Questa antica città fu sabina e ricordata da Autori dell’antichità classica tra cui Varrone, Dionigi d’Alicarnasso e Plinio; è inoltre ricordata anche in numerosi documenti medievali del IX secolo (Regesto e Chronicon Farfensi).
Dopo la fine del Grande Impero, Collepiccolo e la Valle del Turano, insieme a Rieti e al resto della Sabina, attraversarono un lungo periodo di sconvolgimenti e un tumultuoso susseguirsi di invasioni e governi fino a quando non vennero definitivamente incorporati nello Stato Pontificio. Nel VI sec. i Longobardi divisero l’Italia in diciassette Regioni e trentasei Ducati Più precisamente, la Sabina andò a costituire in parte il “Patrimonium Sancti Petri” e fu inclusa nel territorio del Ducato di Spoleto. Con l’affermarsi delle autonomie locali, Colle di Tora, insieme agli altri centri vicini (Castel di Tora, Pozzaglia, Malamorte, Turania ecc) entrarono a far parte della Massa Torana, per lungo tempo proprietà dell’Abbazia di Farfa. Verso la metà del secolo VIII Colle di Tora e tutta la Massa Torana passarono sotto la giurisdizione papale.
Nel 1731 venne portata a termine la costruzione della nuova chiesa, San Lorenzo Martire, eretta in sostituzione della vecchia parrocchiale di San Tommaso, già da tempo non più adatta a contenere tutta la popolazione di Colle di Tora.
Nel XX secolo il territorio della vallata era sotto il comune di Castel di Tora, faceva parte del Mandamento di Rocca Sinibalda e della Provincia di Perugia; contava circa 160 famiglie per un totale di circa 900 abitanti. Nel 1923 il territorio andò sotto la provincia di Roma e nel 1927 passò sotto quella di Rieti.
Negli anni 1935-39 fu costruita la diga di Posticciola la quale diede vita al Lago artificiale del Turano. Lo sbarramento del 1938, pur avendo dato vita a un nuovo e suggestivo ambiente, ha cancellato le tracce di un passato dagli anni illustri: molte sono state le dominazioni succedutesi dai Brancaleoni agli Orsini ai Borghese e alla Abbazia Farfense.

Colle di Tora


Il comune di Colle di Tora, fino al 1864 denominato Collepiccolo, è un piccolo centro arroccato su una penisola che si protende nelle acque del lago Turano, nel cuore della Valle (circa 400 abitanti) a 600 m. sul livello del mare. Sorgeva su una propaggine collinare e, a seguito della costruzione della diga e alla successiva nascita del bacino artificiale: “il Lago Turano”, ha trasformato notevolmente il suo assetto geografico.
Il paese, a seguito dell’allagamento, si è esteso a Sud, assumendo una caratteristica conformazione lunga e stretta peninsulare sulle acque del lago Turano fornendo un panorama mozzafiato ai tanti che si imbattono in questo delizioso scorcio dell’Italia centrale: “Piccola Svizzera” dove il paesaggio lacustre in assoluta sintonia con le montagne che lo circondano tutt’intorno a mo’ di barriera naturale ( tra cui quelli della Riserva di Monte Navegna e Cervia), la fa assomigliare proprio a quei piccoli paesini, incuneati, come spuntoni d’ambra, tra le acque di lapislazzuli.
A poche decine di chilometri dalla capitale, Colle di Tora, è meta di numerosi turisti, infatti la nascita del lago ha segnato la fine dell’antico mondo rurale e di tutte quelle pratiche dei tempi antichi, dando una nuova impronta prettamente turistica, dove tanti estimatori del luogo possono trascorrere una vacanza, con cui ritemprare corpo e spirito, rallegrati da un susseguirsi di sagre e feste patronali, da tranquille gite in barca, passeggiate nel verde, in un presepe incantevole suggestivo e accogliente.

Cosa vedere

Il Lago

La nascita del lago viene ricordata, dagli anziani collepiccolesi, con una punta di rammarico e di nostalgia, soprattutto quando la memoria va all’ultima vendemmia fatta dalle barche, mentre l’acqua sommergeva tutto il loro passato.
Il lago ha sicuramente, dato un nuovo volto alla nostra valle, i suo colori, le sue sfumature hanno migliorato lo scenario, integrandosi sempre di più con l’ambiente che lo circonda, quasi a volersi riappacificare con i suoi abitanti, fino a sembrare di essere stato sempre là.
A causa della costruzione del lago Turano, furono espropriate molte terre, dalla allora società Terni e, l’intera popolazione, avrebbe dovuto lasciare il paese per migrare nella vicina Monterotondo (RM), l’ostilità della popolazione e, l’avvento della II guerra mondiale, interruppero le trattative.
Il Lago Turano è un invaso con una capacità di circa 160 milioni di metri cubi d'acqua, una superficie superiore ai 5 chilometri quadrati, una profondità massima di 60 metri e un perimetro di 36 chilometri, sviluppa una lunghezza di 10 chilometri con una altitudine m. 536 slm.
Fu realizzato per ottenere energia elettrica e per regolare il flusso del fiume Turano, evitando così, le frequenti piene che, danneggiavano la Piana Reatina. E' nato negli anni '40. Tra il 1935 e il 1938, vennero eretti due sbarramenti sui fiumi del Turano e del Salto, fra loro collegati con una galleria di 9 chilometri. La diga fu costruita in una gola nei pressi di Posticciola e vennero utilizzati qualcosa come 286 mila metri cubi di calcestruzzo per uno sviluppo di 256 metri ed una altezza di 79 metri. L'acqua così convogliata alimenta la centrale di Cotilia, raggiunge il lago di Piediluco.


Scopri

Fagiolo a pisello

A Colle di Tora, oltre alle numerose bellezze naturali e paesaggistiche di prim’ordine, esiste una risorsa dell’agricoltura che è tipica ed esclusiva del paese, il così detto “fagiolo a pisello” (Phaseolus vulgaris), così chiamato proprio per la caratteristica dei suoi semi che lo fanno somigliare nella forma a un pisello.


Scopri

Chiesa di San Lorenzo

Negli anni precedenti, sono stati realizzati progetti di restauro, da parte del Comune di Colle di Tora, in collaborazione con la Regione Lazio e il Ministero dei Beni Culturali, della fontana posta nella piazza principale dei primi del ‘700, in marmo, di forma esagonale, dove domina la bellissima chiesa di "San Lorenzo", dedicata all'omonimo santo patrono del Paese (sono attualmente in corso i lavori di restauro a cura della Curia Vescovile di Rieti) nonché, dell’arco medievale dei "Carbonai", sito nella parte più antica del paese, unica testimonianza del passato non coinvolta dall’allagamento conseguente allo sbarramento del fiume Turano per la realizzazione del Lago.


Scopri

Edicole

Ulteriori interventi di restauro sono stati realizzati nelle due edicole poste una all'altezza del crocevia tra la strada provinciale e il centro abitato, dedicata alla "Madonna", l'altra, sita in via Parodi, che mostra il dipinto ad affresco, raffigurante il "Buon Pastore", dipinto murale, realizzato dal maestro Arduino Angelucci, poliedrico artista reatino, realizzato intorno agli anno'40 dello scorso secolo. Il murale rappresenta appunto, il buon pastore, giovane contadino con una pecora sul collo che stringe teneramente. Fino a una decina di anni fa, i pastori e contadini del luogo, tornando dai campi erano soliti togliersi il cappello in segno di rispetto e di devozione alla figura riprodotta. Di recente, il nome Collepiccolo, l'attuale Colle di Tora, è stato riportato alla luce durante i lavori di restauro, con un accenno del territorio, nel palazzo Baronale di Bomarzo, (VT), così come si è scoperto che, l’affresco del “Buon Pastore” di Arduino Angelucci, compare anche in altri importanti palazzi romani oltre al Ministero delle Politiche Forestali in Roma.


Scopri

Terrazze sul lago

Merita sicuramente, una visita alle magnifiche terrazze sul lago, con i loro spettacolari panorami lungo il viale del lago che, raccorda l’intero paese, da dove si può godere di un meraviglioso panorama della Valle del Turano, in completa sintonia con la natura e i profumi del lago che evocano ricordi lontani mai sopiti.


Scopri

Eventi

sagra del “Fagiolo a Pisello”


Ultima domenica di ottobre


Nell’ultima domenica di ottobre, ogni anno, si svolge la sagra del “Fagiolo a Pisello” (ci si appresta a tagliare il traguardo della 30^ edizione) a cura della locale Pro – Loco. Il fagiolo a pisello, è considerato un prodotto unico nel suo genere ed è stato oggetto di studio dall’Istituto di Miglioramento Genetico Vegetativo dell’Università di Perugia.


Scopri

Festa patronale in onore dei SS. Lorenzo e Antonio


Primi dieci giorni mese di agosto


La festa patronale in onore dei SS. Lorenzo e Antonio, si svolge nei primi dieci giorni mese di agosto, all’interno della quale vengono solitamente riproposti giochi popolari, spettacoli di cabaret e musicali e, spettacoli teatrali, con relativi laboratori di teatro, musica e danza. Da non perdere è sicuramente il magnifico spettacolo pirotecnico sul lago che si svolge, a conclusione della festa patronale, solitamente il 10 agosto.


Scopri

Festa dell’Immacolata la “Madonna delle maritate”


8 Dicembre


L’8 dicembre festa dell’Immacolata la “Madonna delle maritate”. A Colle di Tora questa festa, si celebra rispettando ancora una curiosa tradizione: la sera finita la Processione si usa offrire un rinfresco, a casa di colei che prenderà in casa la statuina della Madonna l’anno successivo, i dolci fatti in casa le famose “ciammelle”, crostate, torte salate ecc. a tutte le donne “maritate”.


Scopri

Festività natalizie


Dicembre


Durante le festività natalizie, vengono proposti diversi eventi/spettacoli, che vanno dal carattere ludico a quello religioso; ragguardevole successo, riscuote ogni anno l'allestimento del presepe vivente che chiude i festeggiamenti natalizi.


Scopri

Carnevale


Carnevale


Nel periodo di Carnevale viene organizzata una manifestazione chiamata “SBIRRI”. Tradizione vuole che alcuni ragazzi del paese travestiti da “Sbirri” (gendarmi), vadano per i campi (anticamente), ora per le vie del paese o nei punti di ritrovo collettivi e, “arrestino” i contadini o normali avventori. Vengono così condotti dinanzi a una singolare giuria popolare che sentenzia senza possibilità di appello, la condanna inflitta ai poveri condannati. La condanna è esemplare a seconda della gravità del caso, saranno costretti a portare frittelle, fettuccine, fregnacce e dolci di ogni genere che la giuria dei probi viri, condividerà con l’imputato stesso e con tutta la popolazione, la sera, nel centro socio culturale dell’università Agraria di Colle di Tora, dove si passerà in allegria la serata con musica e quant’altro. Come dire ogni cosa si risolve sempre a tarallucci e vino!!!!


Scopri

Mangiare & Dormire

C'era una Volta

Ristorante

Via Parodi, 200
0765/716151
3383039112
3386954978
ceraunavoltaristorante@gmail.com

C’era una volta...un pescatore.
Renato e Silvana, i nonni della nostra attività, danno vita alla prima trattoria nel 1966, passando poi nel 1983 a un vero e proprio ristorante. Il persico reale è il piatto principale. Veranda interna con vista lago.

Casa  De Sanctis

Luogo Adibito A Turismo (Affittacamere)

Via Parodi, 102
334/5992769

In una villa degli anni 30, con giardino all'italiana, in un'ala riservata, una grande stanza matrimoniale con doppio affaccio sul lago, bagno provato e possibilità di un 2^ camera. Un alloggio dove si respira l'atmosfera di uno stile intatto.

da Patrizia

Ristorante

viale del Lago, 1
338 111 2530, https://it-it.facebook.com/pages/category/Italian-Restaurant/Ristorante-di-Patrizia

Ristorante galleggiante sulle acque del lago di Turano, votato prevalentemente alla cucina di pesce di mare. Nella carta non mancano piatti a base di carne per soddisfare ogni tipo di desiderio.

Il Grottino

Ristorante /pizzeria /Bar

via dello Sport, 3
0765 709032

Ristorante a conduzione familiare, situato al centro del paese, propone piatti tipici locali tra i quali "Pizzicotti alla Sabinese".

Il Pescatore

Ristorante/Bar

Viale M.L. Giuliani
https://www.facebook.com/trattoriadalpescatore/
0765/716082
3494742563

Il ristorante nasceva nel 1966 come piccola osteria di una famiglia di pescatori. La veranda panoramica e un ampio giardino consentono di assaporare i gusti della tradizione, degustando l'ottimo pesce di lago, a km zero. Veranda vista lago.

Il Tulipano

B&B

Via dello Sport, 1
346/4932740
info@tulipanosullago.com

Il Tulipano sul lago , è stato ricavato in casa contadina, ristrutturata con materiali tipici del posto, e situata su un autentico belvedere naturale che sovrasta parte del lago.
Dispone di due camere da letto con cinque posti letto.

Il Vigneto

Trattoria

via Turanense, 4
340/3883827
0765 716214
silvestriassunta1101@gmail.com

Trattoria a conduzione familiare.
Cucina tipica casareccia con prodotti locali: pasta fatta a mano, carne alla brace, pane cotto al forno a legna, verdure di nostra coltivazione. Piatto caratteristico i fagioli Pisello, da loro coltivati.

La Casetta sul Lago

B&B

Via salita Carbonari
346/4932740
info@tulipanosullago.com

Situato nel centro storico del paese, a soli 5 minuti a piedi dal lago del Turano. I servizi offerti in ogni camera includono riscaldamento centralizzato, un balcone privato con una vista mozzafiato sul lago. Capienza due posti letto.

Resort Turano

Hotel

Via Parodi, 93
0765 1893586
prenotazioni@turanoresort.it

Il Resort è composto da 13 camere: 4 singole, 7 matrimoniali e 2 matrimoniali con la possibilità di un terzo letto.
Tutte le camere sono con vista diretta sul lago.

Simonetta De Sanctis

Affittacamere

Via Parodi, 106
328/9049184
si.monetta@pec.it

Testa Maria

Affittacamere

Via Vico Pizzone, 1
testamaria@pec.buffeti.it

Situato nel centro storico del paese, con camere vista lago dotate di bagno con una capienza di quattro posti letto.

Turano Resort

Albergo/ Ristorante

Via Parodi, 93,
0765 1893586
prenotazioni@turanoresort.it

Il Ristorante si affaccia direttamente sul lago Turano, con una meravigliosa terrazza panoramica esterna con vista lago, può ospitare 70 coperti. Il menu offre piatti con materie prime del posto e pesce di acqua dolce, rigorosamente pescato in loco.

Da Gustare

Nociata

Dolce tipico natalizio, fatto con miele e noci triturate, cotte e poi stese sulla spianatoia per ricavarne delle losanghe avvolte in due foglie d'alloro che donano una nota fragrante;

Ciammelle

Dolce tradizionale dei matrimoni, si preparano con farina, olio, lievito, uova, sale; gli viene data la forma di una grande ciambella che viene "scrociata" incisa sulla parte superiore e cotta in acqua bollente, una volta freddata si cuoce nel forno a legna;

Ciammellitti co'u zuccaru

Ciambelline con lo zucchero: impasto uova, farina, olio e un pizzico di sale, polvere lievitante; una fatto l'impasto, si fanno dei piccoli anellini della misura di un mignolo, poi vengono scottati in acqua salata, cotti nel forno a legna e una volta freddi, si passano in una glassa di zucchero e acqua;

Torta di Pasqua

Una sorta di torta salata secca fata con uova, farina, olio, lievito, semi si anice e uva sultanina; si mangia la mattina di Pasqua con i salumi;

Pizzillu co' ll'erbe

Un sorta di focaccia spessa, fatta con acqua farina e bicarbonato; anticamente veniva cotta sotto la brace nel camino e accompagnata da carne di maiale e pancetta con la quale si faceva "a panontella", u pizzillu, veniva passato sulla colatura della ventresca fresca

Mappa & Contatti

Pagina Comune

Sito Comune


  • Comune di Colle di Tora

    0765/716065

    0765/716065
  • Pec Comune

    comunecolleditora@arubapec.it

    comunecolleditora@arubapec.it
  • Università Agraria di Colle di Tora

    0765/716017

    0765/716017
  • Carabinieri Ascrea

    0765/723113

    0765/723113
  • Poste

    0765/716147

    0765/716147