Longone Sabino

La Pasquarella a Roccaranieri

Indietro

La Pasquarella a Roccaranieri


5 Gennaio

Il termine “Pasquarella” prende il nome dall’Epifania o prima Pasqua.
L’annuncio della nascita del Bambino Gesu’, gli auguri per il nuovo anno e la richiesta di un piccolo obolo in denaro o in alimenti, questi sono gli ingredienti delle pasquarelle, canti augurali che vengono portati di casa in casa dai *pasquarellari*.
La tradizione antica, di origine pastorale, viene rinnovata ogni anno anche a Roccaranieri. Il 5 gennaio, al calare della notte decine di persone cantano a strofe alterne il canto della pasquarella,percorrendo l’intero paese casa per casa e fermandosi davanti alla imposte di ogni famiglia. Sentire questi canti provoca commozione, esalta i sentimenti più profondi, affratellando
gioiosamente tutta la gente, il coro da una parte e la famiglia dall’altra.
Queste poi, partecipano con scambi di saluti e di auguri, offrendo ai coreuti ogni sorta di ben di Dio in rinfreschi casalinghi saporiti, innaffiati dal gustoso vinello locale e preparati accuratamente il giorno prima.